Chat with us, powered by LiveChat

Pronto ad alloggiare nella stupenda cittadina normanna di Cefalù?

TOP
Image Alt
Amazing Tour

Gratteri

Gratteri

/ per persona
(0 Reviews)

Gratteri è un piccolo borgo siciliano in provincia di Palermo che fa parte del Parco delle Madonie. È una meta turistica molto nota per le sue stradine caratteristiche, un gran numero di chiese e abbazie risalenti alla dominazione araba e soprattutto per il suo castello che si erge su di una rocca per motivi strategici dell’epoca. Non molto lontano dal centro storico è possibile visitare anche una suggestiva grotta chiamata “Grattara”, a cui si accede attraverso una scalinata naturale formatasi grazie a tutti i turisti che la raggiungevano. Una volta arrivati in cima potrete godere di un panorama mozzafiato di tutto il paesaggio rurale del circondario.

Raggiungere Gratteri:

in auto: con l’autostrada A19 Messina-Palermo con uscita al casello Buonfornello, dopo percorrerete un tratto di 8km della statale 113 in direzione Cefalù e poi lungo la SP136 dove troverete le indicazioni. Il tratto da Cefalù a Gratteri è di circa 30 minuti.

in autobus: è disponibile un bus che nei giorni feriale effettua una corsa alle 19:00 da Cefalù (stazione centrale) fino a Gratteri, della durata di un’ora circa.

Se volete assaggiare le prelibatezze del posto vi consigliamo:

Ristorante, Pizzeria, Bar La Villa in via Carrozza, n.68 tel: 0921 429512

Case Risino in c/da Rapputi. Tel: 329 981 9547

Agriturismo Bosco Pianetti in c/da Pianetti. Tel: 339 658 7379

1
13+ Età
  • Destinazione
  • Partenza
    Cefalù, Piazza Stazione
  • Orario di partenza
    9.30
  • Orario ritorno
    17.30
  • Descrizione
    Abbigliamento comodo.
  • Include
    Pranzo a Sacco
    Ticket Bus
  • Non include
    Barca/Traghetto
    Cena
    Colazione
    Pranzo
    Ticket Musei / Chiese

Itinerario del tour

1

Il castello

L’area su cui sorgeva il castello di Gratteri è chiamata Arcaria (da archi) e i pochi resti ricoprono la parte pianeggiante alla base della roccia. Risalente all'VIII secolo, occupava una posizione strategica e difficilmente espugnabile. Durante l’epoca normanna il castello apparteneva ai signori di Monforte, dal 1258 ai Ventimiglia e in seguito ai principi di Pandolfina. Nel XIX secolo i ruderi del castello furono demoliti e il materiale ricavato fu utilizzato per la costruzione della "Matrice Nuova". L'unico ingresso del castello ancora visibile è quello sudorientale, che permetteva di accedere ad una galleria costituita da una serie di archi tuttora esistenti, mentre, ad una certa altezza, si possono ancora notare alcuni assi in legno, che probabilmente servivano per il ponte levatoio.
2

Grotta "Grattara"

A circa 300m da Gratteri, da dove si può ammirare un paesaggio mozzafiato, sorge la grotta denominata "Grattara", da cui probabilmente deriva il nome del paese. L'accesso è caratterizzato da una piccola gradinata naturale formatasi dai piedi degli innumerevoli visitatori negli anni. La grotta Grattara ricopre un ruolo importante nella storia del paese perché, secondo la leggenda, era la dimora della Befana, la quale riempiva le calze di doni durante l’ultima notte dell’anno.
3

Il paese di Gratteri

4

La grotta "Grattara"

Luogo in cui si svolgerà il tour

Gratteri è un piccolo borgo siciliano che fa parte del Parco delle Madonie molto noto per le sue stradine caratteristiche, le abbazie, il castello e la grotta “Grattara”.

STORIA

Gratteri è un piccolo borgo siciliano che fa parte del Parco delle Madonie molto noto per le sue stradine caratteristiche, le abbazie, il castello e la grotta “Grattara”.

Le vostre recensioni

In questa sezione troverete le recensioni scritte da chi ha partecipato al tour. Lasciane una anche tu!

0.0
Rating 0
EnglishFrançaisDeutschItalianoРусскийEspañol
You don't have permission to register